Agevolazioni e Novità Fiscali

Gli approfondimenti del Dottor Cavallari sulle agevolazioni e novità fiscali

 

Pianifica e riduci la fiscalità con la nostra consulenza: royalties sui marchi - autovetture in uso detraibili - trasferte non imponibili e Holding di famiglia

Siamo a Vs disposizione per la pianificazione fiscale personale e aziendale con vari strumenti:

HOLDING DI FAMIGLIA: vantaggi fiscali, protezione patrimoniale e pianificazione successoria, valorizzazione delle quote e loro trasferimento

TRASFERTE DIPENDENTI E AMMINISTRATORI: approfitta delle norme di esenzione fiscale vigenti

AUTOVETTURE DETRAIBILI: detrai fiscalmente le auto date in uso

ROYALTIES su concessione in licenza d'uso di MARCHI

CREDITO IMPOSTA 50% SUGLI INVESTIMENTI PUBBLICITARI

BONUS 600 o 1000 EURO PICCOLI IMPRENDITORI

BONUS EDILI 110% RISPARMIO ENERGETICO E FOTOVOLTAICO

CREDITO D’IMPOSTA SULLE LOCAZIONI

Tra le misure adottate dal decreto “Rilancio” (n. 34 del 19 maggio 2020) c'è l'articolo 18 che introduce un credito d’imposta sui canoni di locazione degli immobili a uso non abitativo.

La disposizione prevede che:

- ai soggetti esercenti attività d’impresa, arte o professione, anche in forma societaria

- con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di euro nel periodo d’imposta 2019,

spetta un credito d’imposta nella misura del 60% dell'ammontare mensile del canone di locazione dei mesi di marzo, aprile e maggio 2020, di immobili ad uso non abitativo, destinati allo svolgimento dell’attività d’impresa. 

Condizioni essenziali per poterne fruire sono che:

- per ciascun mese, il conduttore abbia subito una diminuzione del fatturato o dei corrispettivi, di almeno il 50%, rispetto allo stesso mese del periodo d’imposta precedente;

- che il canone di locazione sia stato effettivamente corrisposto.

Il credito è riconosciuto a partire dalla dichiarazione dei redditi relativa al periodo d’imposta di sostenimento della spesa e non concorre alla formazione del reddito.

In alternativa può essere utilizzato in compensazione, oppure può essere ceduto ad altro soggetto (ad es. al locatore che può operare uno "sconto" sul canone). In caso di cessione, il cessionario utilizza il credito con le stesse modalità previste per il cedente.

Da un punto di vista prettamente pratico/operativo, è atteso nei prossimi giorni un provvedimento da parte dell'Agenzia delle entrate con cui verranno definite le modalità attuative.


CREDITO BANCARIO GARANTITO DALLO STATO

Per quanto complesso proviamo a capire cosa è possibile fare per il ricorso al credito, garantito nei fatti dallo Stato, sempreché le banche siano intenzionate a corrispondere liquidità, invitando quindi Voi tutti a dialogare con il Vostro gestore.

L’art. 13 del DL 23/2020, sostituendosi all’art. 49 del DL 18/2020, che viene abrogato (dopo pochi giorni di vita) dal comma 12, reca una serie di modifiche temporanee alla disciplina del Fondo centrale di garanzia per le PMI, destinate a durare fino al 31 dicembre 2020, volte a potenziarne, snellirne e ampliarne l’operatività.

 Innanzitutto, viene stabilito che la garanzia è concessa dal Fondo a titolo gratuito e non è dovuta la commissione per il mancato perfezionamento, di cui all’art. 10 comma 2 del DM 6 marzo 2017.

L’importo massimo che può essere garantito per singola impresa viene elevato da 2,5 a 5 milioni di euro.

La platea dei beneficiari dei finanziamenti per i quali è ammessa la garanzia è estesa alle imprese con un numero di dipendenti non superiore a 499, laddove in via ordinaria possono accedervi soltanto le imprese con un numero di dipendenti non superiore a 249.

 

Premesso che restano in ogni caso escluse le imprese che presentano esposizioni classificate come “sofferenze” ai sensi della disciplina bancaria, la garanzia può essere concessa anche in favore:

- di beneficiari finali che presentano, alla data della richiesta della garanzia, esposizioni nei confronti del soggetto finanziatore classificate come “inadempienze probabili” o “scadute o sconfinanti deteriorate” ai sensi della disciplina bancaria, purché tale classificazione sia precedente alla data del 31 gennaio 2020;

- di beneficiari finali che, in data successiva al 31 dicembre 2019, sono stati ammessi alle procedure di cui agli artt. 67, 182-bis e 186-bis L. fall., purché alla data dell’8 aprile 2020 le loro esposizioni rispettino alcune condizioni ulteriori.

 

Previa autorizzazione della Commissione europea (tempi incerti come capiamo dai TG), viene incrementata al 90% la percentuale di copertura di garanzia diretta e al 100% quella di riassicurazione con riguardo ai finanziamenti aventi le seguenti caratteristiche:

- un ammontare non superiore all’importo maggiore tra: il 25% del fatturato del beneficiario nel 2019; il doppio della spesa salariale annua del beneficiario nel 2019; il fabbisogno per costi del capitale di esercizio e per costi di investimento nei successivi 18 mesi (nei successivi 12 per le imprese con numero di dipendenti compreso tra 250 e 449);

- una durata fino a 72 mesi.

 

La garanzia del 90% (previa autorizzazione della Commissione europea) può essere cumulata con un’ulteriore garanzia concessa da Confidi (che avrà un costo) o altri soggetti abilitati al rilascio di garanzie, sino alla copertura del 100% del finanziamento concesso:

- in favore dei soggetti beneficiari con ammontare di ricavi non superiore a 3,2 milioni di euro;

- per prestiti di importo non superiore al 25% dei ricavi del soggetto beneficiario.

 

Vengono altresì ammesse alla garanzia del Fondo, nella misura dell’80% per le garanzie dirette e del 90% per le garanzie di riassicurazione (a condizione che le sottostanti garanzie dirette non superino la percentuale massima dell’80%), le operazioni di finanziamento finalizzate alla rinegoziazione del debito del soggetto beneficiario, purché il nuovo finanziamento preveda l’erogazione al medesimo soggetto beneficiario di credito aggiuntivo in misura pari ad almeno il 10% dell’importo del debito accordato in essere del finanziamento oggetto di rinegoziazione.

La circ. ABI 9 aprile 2020 n. 686 chiarisce che “ai fini dell’accesso al Fondo, andranno presentati solo i dati per alimentazione del modulo economico-finanziario”, senza dunque l’applicazione del modulo andamentale.

 

Limitatamente alle richieste di garanzia per finanziamenti di importo non superiore a 25.000 euro (fermo restando il rispetto del tetto massimo del 25% dei ricavi o compensi del soggetto beneficiario), viene previsto che la copertura della garanzia possa arrivare al 100% dell’importo finanziato (previa autorizzazione della Commissione europea), purché:

- il finanziamento preveda l’inizio del rimborso del capitale non prima di 24 mesi dall’erogazione e abbia una durata fino a 72 mesi;

- il soggetto finanziatore (banca) che richiede la garanzia applichi un tasso di interesse (o, nel caso di riassicurazione, un premio complessivo di garanzia) “che tiene conto della sola copertura dei costi di istruttoria e di gestione dell’operazione finanziaria e, comunque, non superiore al tasso di Rendistato con durata residua da 4 anni e 7 mesi a 6 anni e 6 mesi, maggiorato della differenza tra il CDS banche a 5 anni e il CDS ITA a 5 anni, come definiti dall’accordo quadro per l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica di cui all’articolo 1, commi da 166 a 178 della legge 11 dicembre 2016, n. 232, maggiorato dello 0,20 per cento” (circ. ABI n. 686/2020).

 

Per questi finanziamenti fino a massimo 25.000 euro, viene previsto anche un iter procedurale accelerato, nel senso che il rilascio della garanzia è automatico, senza alcuna valutazione da parte del Fondo, e il soggetto finanziatore può erogare il finanziamento con la sola verifica formale del possesso dei requisiti, senza attendere l’esito dell’istruttoria del gestore del Fondo.

 

ADEMPIMENTI FISCALI –  CALENDARIO PROROGHE

ADEMPIMENTI SOSPESI SCADENZE tra l’8/03/2020 ed il 31/05/2020
VECCHIE NUOVE
Holding: comunicazione (annuale 2019 e mensile per le variazioni) all'Archivio dei rapporti finanziari  15/02/2020 30/06/2020
Trasmissione SDI fatture: Entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione
   *) operazioni effettuate 27/02/2020 - 11/03/2020
   *) imprese con attività sospesa DM 11/03/020
Trasmissione SDI fatture immediate relative a operazioni effettuate dall’08/03/2020 al 31/05/2020 Entro 12 giorni dall’effettuazione dell’operazione
Trasmissione SDI fatture differite marzo 2020 15/04/2020
Trasmissione SDI fatture differite aprile 2020 15/05/2020
Memorizzazione e trasmissione telematica corrispettivi dall’08/03/2020 al 31/05/2020 12 giorni successivi 
Adempimenti per soggetti con attività sospesa (assenza di corrispettivi) Non è richiesta la “sospensione” del RT (alla prima trasmissione successiva utile l’RT indicherà il periodo di sospensione, coincidente con quello dell’emergenza Covid)
“Upload” dei corrispettivi “cartacei” entro la fine del mese successivo 30/06/2020
  *) febbraio
  *) marzo
  *)aprile
Variazione dati Iva da effettuarsi nel periodo l’8/03/2020 ed il 31/05/2020 entro 30 gg
Denuncia di eventi successivi alla registrazione che comportano un nuovo versamento imposta di registro entro 20 gg dall’evento
Appalti labour intensive ritenute su lavoratori dipendenti e assimilati  – Controlli del committente entro i 5 giorni lavorativi successivi al termine per il versamento Caso di sospensione versamento ritenute: entro 5 gg dal termine del periodo di sospensione
Senza sospensione versamento ritenute: termini ordinari
ASD – annotazione unica ammontare dei corrispettivi/altri proventi conseguiti nell'esercizio di attività commerciali    
*) marzo 2020 16/04/2020 30/06/2020
*) aprile 2020 16/05/2020 30/06/2020
Comunicazione all'Agenzia dei dati di dettaglio del canone TV addebitato/accreditato, riscosso e riversato nel mese precedente 20/03/2020 30/06/2020
Opposizione - erogazioni liberali 2019 per l'elaborazione del mod. 730 precompilato 20/03/2020 30/06/2020
INTRA MENSILE Cessioni di beni e delle prestazioni di servizi febbraio 2020 25/03/2020 30/06/2020
INTRA 12 - febbraio 2020 - Enti non commerciali e agricoltori esonerati 31/03/2020 30/06/2020
Bonus pubblicità – comunicazione preventiva 31/03/2020 30/06/2020
Mod. CUPE 31/03/2020 30/06/2020
CU 2020: Consegna ai percipienti 31/03/2020
CU 2020 trasmissione telematica all'Agenzia Entrate 31/03/2020 
Presentazione modello EAS 31/03/2020 30/06/2020
IVA MOSS: trasmissione telematica della dichiarazione relativa alle operazioni effettuate nel I° trimestre 2020 20/04/2020 30/06/2020
INTRA MENSILE Cessioni di beni e delle prestazioni di servizi marzo 2020 25/04/2020 30/06/2020
INTRA MENSILE Cessioni di beni e delle prestazioni di servizi I° trimestre 2020 30/06/2020
Mod. REDDITI PF 2019 relativo alle persone decedute tra il 1/07/2019 e il 31/10/2019 30/04/2020 30/06/2020
Dichiarazione IVA 2020 (anno d’imposta 2019) 30/04/2020 30/06/2020
Dichiarazione IVA soggetti non residenti 30/04/2020 30/06/2020
Mod. TR del I° trimestre 2020 30/04/2020 30/06/2020
Esterometro di gennaio, febbraio e marzo 2020 30/04/2020 30/06/2020
INTRA 12 - marzo 2020 - Enti non commerciali e agricoltori esonerati 30/04/2020 30/06/2020
Istanza Caro gasolio 1° trimestre 2020 30/04/2020 30/06/2020
Mod. SSP delle strutture sanitarie private 30/04/2020 30/06/2020
Ordini professionali: comunicazioni annuali 30/04/2020 30/06/2020
Organizzazioni di volontariato e ONG: redazione rendiconto annuale 30/04/2020 30/06/2020
ONLUS: redazione rendiconto annuale 30/04/2020 30/06/2020
Comunicazione di banche/altri enti che effettuano operazioni di finanziamento 30/04/2020 30/06/2020
5 per mille Enti della ricerca scientifica e dell'università  30/04/2020 30/06/2020
5 per mille Enti della ricerca sanitaria  30/04/2020 30/06/2020
5 per mille ASD - istanza telematica di ammissione 07/05/2020 30/06/2020
5 per mille OdV - istanza telematica di ammissione 07/05/2020 30/06/2020
INTRA MENSILE Cessioni di beni e delle prestazioni di servizi aprile 2020 25/05/2020 30/06/2020
INTRA 12 - aprile 2020 - Enti non commerciali e agricoltori esonerati 31/05/2020 30/06/2020
LI.PE I° trimestre 2020 31/05/2020 30/06/2020
Assicurazioni: denuncia annuale premi incassati 31/05/2020 30/06/2020

Stampa   Email