import export e fiscalità

Import Export e Fiscalità

Gli approfondimenti del Dott. Cavallari riguardanti la fiscalità dell'Import & Export

 

Esportatori registrati al Sistema REX per autocertificare l'origine preferenziale dei prodotti esentandoli da dazi doganali

La banca dati Rex per autocertificare l'origine preferenziale dei prodotti e ridurre i dazi

La banca dati Rex è un database unionale che consente agli esportatori registrati di autocertificare l'origine preferenziale dei beni direttamente in fattura o su un altro documento che identifica la merce. Istituito dalla Commissione europea e operativo dal 2017 (art. 80 del Reg. UE 2447/2015, RE), il sistema Rex è utilizzato nell'ambito del Sistema delle Preferenze Generalizzate (SPG), ma è previsto anche dai più recenti Accordi di libero scambio conclusi dall'Unione europea con Canada, Giappone, Vietnam, Ghana, Costa d'Avorio e Regno Unito.

Tali accordi riconoscono un trattamento agevolato per i prodotti originari dell'una o dell'altra parte, attraverso l'esenzione o la riduzione dei dazi doganali. Al riguardo, occorre tuttavia precisare che tali agevolazioni sono subordinate all'esistenza di due distinti presupposti. Dal punto di vista sostanziale, soltanto i prodotti che sono stati interamente ottenuti in uno Stato membro UE o in un Paese accordista e i beni che abbiano subito una lavorazione sufficiente in uno di tali Paesi, possono beneficiare dell'esenzione o della riduzione dai dazi all'importazione. Dal punto di vista procedurale, è necessario, inoltre, che il prodotto sia accompagnato da una regolare prova dell'origine preferenziale.
 

I vantaggi del sistema Rex

Superando la tradizionale procedura di certificazione cartacea, il sistema Rex consente di emettere autonomamente, senza necessità di interventi da parte degli uffici doganali o di altre autorità, la prova dell'origine, da apporsi sui documenti commerciali o di trasporto che accompagnano la merce, con un significativo snellimento delle procedure doganali e una conseguente riduzione dei costi e delle tempistiche.

L'iscrizione al Rex sostituisce, pertanto, l'emissione di un certificato di origine cartaceo in relazione a ogni operazione di esportazione, rappresentando una semplificazione di grande rilievo per gli operatori.

Occorre tuttavia segnalare che resta salva la facoltà, per la Dogana, di operare controlli e verifiche sulla corretta determinazione dell'origine preferenziale della merce, all'atto di immissione in libera pratica dei beni (art. 188 Reg. UE 952/2013, Cdu) o con un accertamento a posteriori (art. 48 Cdu). La Commissione europea e le autorità doganali hanno accesso, inoltre, ai dati relativi agli esportatori registrati (art. 82 RE).
 

Il Portale dell'operatore Rex

Un'ulteriore agevolazione è rappresentata dal “Portale dell'operatore Rex”, che consente di presentare la richiesta di iscrizione al sistema Rex direttamente online, sulla nuova piattaforma dedicata agli esportatori registrati.

Durante la prima fase, l'iscrizione al Portale era facoltativa e gli operatori potevano continuare a utilizzare il modulo previsto dall'allegato 22-06 del Reg. UE 2447/2015 per registrarsi alla banca dati Rex (Agenzia delle dogane, circolare 20 gennaio 2021, n. 4/D).

Al termine di tale fase, la procedura di iscrizione elettronica sarebbe dovuta diventare obbligatoria, sostituendo totalmente i tradizionali moduli di richiesta cartacei.

Con la circolare 4 luglio 2022, n. 25/D, l'Agenzia delle dogane ha avviato la seconda fase del Portale, precisando però che gli operatori potranno ancora scegliere di presentare la domanda di registrazione al Rex in modalità cartacea.
 

I servizi previsti per gli esportatori registrati

Attraverso il Portale dell'operatore Rex gli operatori possono presentare una richiesta di registrazione, consultare il proprio profilo e richiedere la modifica di una registrazione già esistente.

Per accedere al portale, l'operatore economico deve essere in possesso di un codice Eori e di un'autorizzazione alla consultazione della banca dati o alla presentazione di una nuova registrazione o di eventuali richieste di modifica. Tali autorizzazioni possono essere richieste tramite il modello autorizzativo unico (MAU), a cui gli utenti possono accedere mediante le credenziali SPID, CNS o CIE.
Le nuove funzionalità del Portale

La circolare in commento introduce nuove funzionalità all'interno del Portale rex. Oltre a consultare i propri dati e la relativa cronologia è ora possibile richiedere la revoca della propria registrazione.

Gli operatori possono, inoltre ritirare tale richiesta fino a quando l'ufficio non abbia provveduto all'accettazione della stessa. È possibile, infine, richiedere l'annullamento della revoca della propria registrazione Rex.

Chiamaci !

 


Stampa   Email