Lavoro e Previdenza - Consulente del Lavoro

Gli approfondimenti del Dottor Cavallari sui temi della previdenza e sui contratti di lavoro

 

Sgravio contributivo 100% per neoassunti a tempo indeterminato

Nuovo e importante incentivo da parte del Governo per tutti i datori di lavoro privati (escluse imprese del settore finanziario) che assumono o hanno assunto lavoratori under 36:

- Qual è il periodo di riferimento per questo sgravio? -

Si fa riferimento a tutte le assunzioni (del tipo previsto dal Decreto che vedremo fra poco) fatte nel 2021.

Per il 2022 siamo ancora in attesa dell'ok da parte dell'Unione Europea per l'applicazione di questo incentivo.

- Quali lavoratori devi assumere (o devi aver assunto) per beneficiare dell'incentivo? -

I requisiti dei lavoratori interessati devono essere obbligatoriamente i seguenti: lavoratori con meno di 36 anni alla data della firma del contratto e che non abbiano mai lavorato a tempo indeterminato presso la tua azienda o un'altra.

In questa categoria di lavoratori sono compresi anche:

  • chi ha avuto il contratto a tempo indeterminato, ma a chiamata
  • chi ha avuto il contratto a tempo indeterminato, ma lavoro domestico
  • chi ha avuto periodi di apprendistato in altre aziende, ma che non si sono trasformati in tempo indeterminato
  • chi ha avuto rapporti di lavoro diversi da quello subordinato a tempo indeterminato (es. contratti a tempo determinato, lavoro autonomo, collaborazioni)

Non rientrano, invece, nella categoria di lavoratori interessati dallo sgravio le seguenti figure:

  • chi è stato occupato a tempo indeterminato presso la tua o qualsiasi altra azienda
  • chi è stato occupato in somministrazione a tempo indeterminato
  • chi è stato occupato a tempo determinato per un periodo, ma che poi è cessato a causa di periodo di prova negativo o per dimissioni

- Con quali tipi di contratto devi assumerli (o devi averli assunti) per beneficiare dello sgravio? -

Sono soggette all'agevolazione tutte le assunzioni avvenute (o che avverranno nell'arco del 2021) dei seguenti tipi:

  • contratto di lavoro subordinato a tempo indeterminato a tutele crescenti
  • trasformazioni dei contratti da tempo determinato a tempo indeterminato purché il lavoratore sia under 36 al momento della trasformazione

Non puoi usufruire dell'incentivo, se assumi i lavoratori utilizzando i seguenti contratti:

  • rapporto di lavoro domestico
  • rapporto di lavoro di tipo apprendistato
  • dirigente
  • prestazione occasionale
  • assunzioni o trasformazioni a tempo indeterminato di giovani che nei 6 mesi precedenti hanno svolto presso lo stesso datore di lavoro attività di alternanza scuola-lavoro o periodi di apprendistato per la qualifica e il diploma professionale o periodi di apprendistato di alta formazione

- Quanto dura l'agevolazione e che tipo di vantaggio porta all'azienda? -

L'incentivo avrà una durata al massimo di 36 mesi e parliamo di un esonero contributivo del 100% dei contributi previdenziali (limite massimo: 6000€ all'anno, ridotto se l'assunzione è a part time o se il lavoratore viene assunto e cessato nel mese).

Per le Regioni del Sud Italia (Abruzzo, Molise, Campania, Basilicata, Sicilia, Puglia, Calabria, Sardegna) il periodo è elevato a 48 mesi, con il requisito del mantenimento del luogo di lavoro in tali regioni.

In caso di assenza per maternità obbligatoria della lavoratrice, il beneficio può essere sospeso e recuperato dal momento di rientro della lavoratrice in servizio.

- Questo beneficio è cumulabile con altri benefici? -

Sì, ma solo con incentivi di natura economica (es. assunzione disabili e assunzione di beneficiari di trattamento Naspi).

Non è cumulabile con:

  • agevolazioni strutturate con riduzione dell'aliquota contributiva (es. sgravio per donne disoccupate di lunga durata)
  • agevolazione per i datori di lavoro agricoli per l'assunzione di personale in zone svantaggiate
  • prosecuzioni di contratto di studenti in alternanza scuola lavoro
  • riduzione contributiva per edilizia
  • occupazione dei lavoratori in paesi extraUE

- Quali sono le condizioni richieste all'azienda per applicare lo sgravio? -

  • L'azienda non deve procedere a licenziamenti individuali per giustificato motivo oggettivo o licenziamenti collettivi nei confronti di lavoratori inquadrati con la stessa qualifica nella stessa unità produttiva nei 6 mesi precedenti all'assunzione e nei 9 mesi successivi 
  • L'assunzione non deve violare il diritto di precedenza
  • L'azienda non deve avere in atto sospensioni dal lavoro connesse ad una crisi o a riorganizzazione aziendale
  • L'assunzione non deve riguardare personale che sia stato licenziato nei 6 mesi precedenti da parte di una azienda che presenta assetti proprietari sostanzialmente coincidenti con quelli del datore di lavoro che assume
  • L'azienda deve essere in regola con i versamenti contributivi (DURC positivo)

Chiama 049 613584


Stampa   Email