Quesito 362592 - Rub. 810

Polizze vita su mutui ipotecari.
La banca x ha chiesto al cliente y la stipula di una polizza vita per la concessione di un mutuo ipotecario o per un prestito personale ovvero per una cessione di 1/5 della pensione.
si chiede di sapere se la banca o la finanziaria:
1) può subordinare la concessione per cadauno dei finanziamenti sopra menzionati alla stipula di un contratto di assicurazione ramo vita?
2) se la risposta è si si chiede di sapere se è tenuta nel caso dovesse condizionare la concessione del finanziamento alla stipula di un contratto di assicurazione ramo vita a sottoporre al cliente più di una compagnia di assicurazione ovvero può imporre quella che alla banca è più comoda anche perché magari lei ne è anche l'intermediaria?
3) Il cliente ha diritto di scegliersi la compagnia di assicurazione anche senza il beneplacito della banca?

RISPOSTA
La sottoscrizione di una polizza assicurativa sulla vita a fronte della concessione di un mutuo costituisce un’assicurazione avente natura facoltativa e non obbligatoria.
Infatti per la concessione di un finanziamento l’unica assicurazione mutuo obbligatoria per legge è quella a garanzia di scoppio e incendio.
Spesso però accade che gli istituti di credito impongano garanzie ulteriori, quale appunto quella sulla vita, tesa a garantire che in caso di morte del mutuatario, l’assicurazione paghi alla banca le rate di mutuo residuo.
Tuttavia, se la banca può imporre la stipulazione di tali tipi di polizze non obbligatorie, non può invece imporre la compagnia assicurativa. Infatti l’Ivass, istituto di vigilanza sulle assicurazioni, ha stabilito che ogni mutuatario può liberamente scegliere la propria compagnia assicurativa, specie se ciò gli consente un risparmio economico.
Pertanto, a parità di condizioni, il cliente della banca può liberamente decidere a quale assicurazione rivolgersi e ha tutto il diritto di optare per una compagnia diversa da quella proposta dalla banca.